Istituto Bruno Leoni:"No alla tassa sulle connessioni Internet"

ISTITUTO BRUNO LEONI

Trovato: "In un momento in cui si discute delle strategie per radicare il Web nel Paese, l'ultima cosa di cui c'è bisogno è aumentare i costi dell'accesso con l'ennesimo balzello"

di Federica Meta
L'idea lanciata dalla Siae di tassare Internet compensare autori ed editori per i mancati introiti eventualmente derivanti dalla pirateria digitale desta preoccupazione. Il primo ad esprimere "profonda preoccupazione" è 'Istituto Bruno Leoni.

 "In un momento in cui tanto si discute delle strategie per radicare la diffusione di internet nel Paese, l'ultima cosa di cui c'è bisogno è di aumentare i costi dell'accesso con l'ennesimo odioso balzello - commenta Massimiliano Trovato , Fellow dell'Ibl - La Siae potrebbe più proficuamente ragionare sull'aggiornamento dei propri modelli di business, invece di difendere con le unghie il suo piccolo mondo antico. Replicare l'infelice operazione già praticata con la tassa sui supporti vergini, in barba ai più elementari principi di responsabilità ed ai diritti dei consumatori, non è certo la strada per tutelare il lavoro dei produttori di contenuti".

11 Dicembre 2009