Autogol di Cinecittà Luce. Tagli al portale di news

ONLINE

L' editore della storica testata online non rinnova due contratti costringendo alla cancellazione della newsletter. I sindacati: "Si faccia un passo indietro per difendere un voce insostituibile"

di Federica Meta
Mentre il cinema italiano segna il passo tra sit-in degli addetti ai lavori e proteste dell'opposizione contro il decreto Romani sugli audiovisivi, Cinecittà Luce - la cui mission è il sostegno al cinema italiano - taglia le risorse a Cinecittà News, storico portale di settore, di cui è editore. Il risultato? Due figure professionali in meno e una newsletter che non c’è più. A fianco dei redattori che denunciano la scarsità di personale necessario a gestire un sito che da dieci anni racconta il cinema, il sindacato dei giornalisti cinematografici (Sngci) si stupisce del fatto che “Cinecittà Luce, editore della testata online, intenda rispondere con una politica di oggettivo indebolimento al successo e alla qualità di un giornale online che ormai da anni garantisce quotidianamente, con successo, un costante aggiornamento sul cinema italiano".

"Cinecittà news è una voce insostituibile anche per chi cerca dall’estero un’informazione puntuale sul cinema - prosegue il sindacato - soprattutto nazionale ed europeo, sulle sue cronache e i suoi personaggi ma anche sulle sue strategie imprenditoriali”. Il Sngci si appella ai vertici Cinecittà Luce perché faccia un passo indietro sui contratti per fermare quella “corsa al ribasso che, oltre al taglio dell'edizione in lingua inglese, ha già visto perdere progressivamente a Cinecittà news tutte le collaborazioni fisse in redazione”.

A mobilitarsi anche l’Associazione Nazionale Autori Cinematografici. “Riteniamo fondamentale il mantenimento e il rafforzamento del gruppo fondatore che insieme a  Luciana Castellina ha inventato lo spirito e lo stile di un organo di informazione e diffusione dei nostri problemi assolutamente insostituibile- scrive l’associaizone -. Augurandoci che le voci relative a manovre dirette e indirette di impoverimento del suo organico si rivelino prive di fondamento esprimiamo agli amici di Cinecittà News la nostra piena e combattiva solidarietà"

Il sindacato nazionale Critici Cinematografici Italiani (Sncci) invita espressamente CinecittàLuce “a riconsiderare l’orientamento assunto e quindi a rinnovare i contratti di collaborazione in scadenza. In tal modo, oltre a evitare un’azione ingiusta nei confronti di due persone che da tempo hanno dimostrato di saper lavorare con serietà e professionalità, CinecittàLuce può continuare ad avvalersi, senza ulteriore indebolimento, di una testata utile, non solo alla sua “immagine”, ma a tutto il cinema italiano e a tutto il giornalismo cinematografico”.

19 Gennaio 2010