Poker on line: record di incassi a gennaio

GIOCHI

Raccolti 285 milioni di euro nel primo mese del 2010. A fine anno gli incassi potrebbero superare i 3 miliardi di euro

di Margherita Amore
Sale la febbre da poker on line. Nel mese di febbraio gli italiani hanno giocato sui tavoli verdi virtuali 285,1 milioni di euro. Si tratta del nuovo record assoluto di raccolta mensile, che supera del 17% il precedente primato, stabilito appena un mese fa (a dicembre la raccolta è stata di circa 243 milioni). Nel giro di un anno gli incassi sono letteralmente raddoppiati, a gennaio del 2009 i ricavi erano stati di 141,6 milioni di euro, ma il mercato era ancora in fase di start up.
Dal suo esordio a settembre 2008, il poker on line ha finora incassato oltre 2,8 miliardi di euro. Se l’andatura dovesse confermarsi in linea con il trend di gennaio alla fine del 2010 la raccolta potrebbe superare i 3 miliardi di euro, tenuto conto che presto sarà attiva la nuova modalità di gioco poker ''cash''.

Microgame si conferma leader del settore, con una raccolta di 86,1 milioni di euro, e una crescita del +13,8% rispetto al mese precedente. A seguire Pokerstars consolida la sua posizione, incassando 49,5 milioni di euro e crescendo del +25,6%, il valore percentuale più alto tra tutti gli operatori. Gioco Digitale infine registra una crescita del 18,8% rispetto a dicembre, con una raccolta pari a 41 milioni di euro.

Registrano crescite superiori alla media del mercato anche Snai, Bwin, Leonardo Service Provider e PartyPoker, che passa dai 3,6 milioni di dicembre 2009, ai 4,6 milioni di gennaio. A cui si aggiungono, i 600.000 euro incassati dal network Intralot, colosso greco del betting, che utilizza la piattaforma di PartyPoker.

03 Febbraio 2010