Accordo Microsoft-Yahoo! Via libera della Ue

SFIDA A GOOGLE

Secondo l'antitrust europeo la partnership "non ostacolerebbe in maniera significativa la libera concorrenza nell'area economica europea". Nel search engine l'attività combinata delle due società raggiunge il 10% contro il 90% di Google

di Davide Lombardi
Questo matrimonio s’ha da fare. Dopo una lunga attesa e gli attacchi di Google, è arrivato il verdetto della Commissione Ue, che ha dato il via libera alla partnership sul "searching" fra Microsoft e Yahoo!.

Secondo la Commissione la fusione tra le attività di ricerca dei due gruppi “non ostacolerebbe in maniera significativa la libera concorrenza nell’area economica europea”. Le attività combinate di Microsoft e Yahoo! nel search engine e nella vendita di pubblicità collegata ai risultati di ricerca rappresentano il 10% del settore contro il 90% controllato da Google.

Secondo l’accordo Microsoft acquisisce una licenza esclusiva, per dieci anni, delle tecnologie di ricerca Yahoo! e assumerà il personale impiegato nel motore di ricerca e nel settore pubblicità dello stesso portale. Di contro Microsoft conserverà il 12% degli incassi prodotti dalle ricerche effettuate sul sito di Yahoo! e dei suoi partner nei primi cinque anni dell'accordo e verserà il restante 88% a Yahoo!. La sfida a Google è lanciata.

18 Febbraio 2010