Mercato audiovisivo, l'Antitrust apre un'indagine

REGOLE

L'Authority di Catricalà punta a definire l'impatto del digitale terrestre e della convergenza tecnologica in termini di concorrenza, tecnologie e consumatori

di Davide Lombardi
L’Antitrust ha deciso di avviare un’indagine conoscitiva sull’evoluzione del mercato audiovisivo. In una nota l’Authority spiega che il settore “è interessato da una profonda evoluzione, indotta dal processo di digitalizzazione del sistema televisivo, nonché dallo sviluppo di modalità innovative di produzione, distribuzione, trasmissione e fruizione dei contenuti”.

L'evoluzione in atto, spiega l'Antitrust, "avrà ripercussioni sui mercati sia sotto il profilo tecnologico sia economico, e questa circostanza richiede un approfondimento volto a comprenderne, anche in chiave prospettica, le implicazioni concorrenziali".

L’indagine terrà conto anche degli effetti della diffusione di Internet, con le questioni relative alla proprietà intellettuale delle opere e alla sua protezione, e si occuperà di produzione, reti, piattaforme digitali, motori di ricerca, al fine di verificare in che misura gli "elementi di novità rilevino ai fini della definizione dei mercati rilevanti. Un secondo aspetto di interesse è poi l'identificazione dei fattori determinanti ai fini dell'acquisizione o del rafforzamento di un potere di mercato".

19 Febbraio 2010