Apple formato famiglia. Via le apps "hard" dall'iPhone

STRATEGIE

Cancellate circa 5mila applicazioni. Per gli analisti l'azienda sta aggiustando il tiro in vista del lancio dell'iPad per scuole e famiglie

di Davide Lombardi
Una Apple sempre più formato famiglia cancella circa 5mila applicazioni "per adulti" dall'AppStore. Il motivo? Le troppe lamentele dei clienti, sostiene l'azienda. Una nuova stretegia di marketing in vista del lancio dell'iPad, device per scuole e famiglie, sostengono gli analisti.

Mentre sulla Rete rimbalza la notizia di un nuovo "decalogo" gli sviluppatori, Apple fa sapere che  “ogni volta che riceviamo reclami dai clienti per dei contenuti sgradevoli noi li esaminiamo – ha dichiarato l’azienda -; se riteniamo che l’applicazione contenga materiale inappropriato la rimuoviamo e chiediamo allo sviluppatore di apportare le modifiche necessarie”.

I più scontenti sono ovviamente gli sviluppatori di software che, da un giorno all’altro, si son visti cancellare le applicazioni. Secondo alcune voci la nuova policy prevederebbe le seguenti restrizioni: niente uomini o donne in bikini, nessun titolo a sfondo sessuale e niente che possa essere sessualmente eccitante.

Resta comunque disponibile l’applicazione di Playboy, così come le immagini “pruriginose” di Rihanna su Gq, mentre sono state chiuse alcune apps a causa di immagini relative a costumi troppo attillati utilizzati in occasione delle Olimpiadi invernali di Vancouver. Insomma, il giro di vite non colpisce le applicazioni più remunerative.

22 Febbraio 2010