Roma capitale dello shopping online

E-COMMERCE

Secondo un report eBay la città è prima sia per volume di acquisti che per vendite; seguono Milano e Napoli. Tra le categorie più cliccate dagli utenti italiani quelle hi-tech

di Davide Lombardi
E’ Roma la capitale dello shopping online italiano. Secondo una ricerca eBay sull’ultimo trimestre 2009, la capitale è la città italiana che genera il maggior numero di acquisti e di vendite su eBay, sito di e-commerce numero uno in Italia.

I romani hanno acquistato, nel periodo in esame, circa il doppio rispetto ai milanesi, piazzatisi al secondo posto. Sul gradino più basso del podio troviamo invece Torino, davanti a Napoli, Genova e Bologna. La classifica delle vendite vede le prime due posizioni, invariate, appannaggio di Roma e Milano, mentre al terzo posto c’è Napoli, seguita da Torino e Palermo.

Un altro dato che emerge dalla ricerca di eBay è il boom degli italiani che preferiscono la modalità d’acquisto “Compralo Subito”. Sono più del 50% gli acquisti e le vendite per cui gli utenti hanno preferito il prezzo fisso.

Fra le categorie più visitate domina l’hi-tech. Al primo posto troviamo infatti la categoria cellulari e accessori con un acquisto ogni 21 secondi, e il campione di click è l’iPhone. A seguire la categoria abbigliamento e accessori con un acquisto ogni 24 secondi, mentre al terzo posto torna la tecnologia con i computer, un acquisto ogni 25 secondi. L’oggetto più cliccato della categoria computer è il notebook.

Molti gli italiani che acquistano prodotti dall’estero, soprattutto da Regno Unito, Usa e Germania. Gli stranieri più interessati al made in Italy sono invece tedeschi, americani e francesi.

Ma perché gli italiani comprano online? A svelarlo è una ricerca Ipsos: fra i vantaggi al primo posto c’è il prezzo conveniente (69%), seguito dal risparmio di tempo (68%) e dalla vastità di scelta (58%). Importante anche la possibilità di acquistare 24 ore su 24 senza limiti d’orario, cosa testimoniata dal fatto che il 34% degli italiani acquista, durante la settimana, soprattutto la sera fra le 18 e le 23.

24 Febbraio 2010