Browser, è il 2 marzo il giorno del ballot screen

INTERNET

Si chiude la guerra fra Microsoft e Ue che aveva inflitto al colosso di Redmond due maxi multe per abuso di posizione dominante

di Davide Lombardi
Libero browser in libero Stato. “In Italia sarà effettiva dal 2 marzo la possibilità per gli utenti di scegliere il programma che preferiscono per accedere ad Internet”. Così Lorenza Poletto, responsabile della divisione Windows client di Microsoft Italia, spiega la tempistica del ballot screen, la finestra che dovrà garantire ai cybernauti europei la possibilità di decidere quale browser usare per navigare sul sistema operativo Windows. Non più il solo Explorer, ma anche Firefox di Mozilla, Chrome di Google, Safari di Apple, e così via.

Quindi gli utenti di Windows avranno a disposizione una finestra di scelta personalizzata a seconda del paese europeo. “Basterà cliccare su Internet Explorer, apparirà un messaggio all’utente e poi una schermata in cui figureranno i 12 browser che è possibile scegliere”, spiega la Poletto. L’avviso sarà ricevuto da tutti gli utenti di Windows Vista, Xp, Windows 7, e da chi ha Explorer 6, 7 o 8 come browser predefinito.

La guerra dei browser fra Microsoft e Ue si è conclusa lo scorso 16 dicembre. Dopo due maxi stangate a Redmond per abuso di posizione dominante(una da 900 milioni nel 2008 e un’altra da 500 milioni nel 2004), la Ue ha chiesto all’azienda di trovare una soluzione che aprisse il mercato ai concorrenti. Soluzione prontamente trovata da Microsoft che, secondo le ultime rivelazioni Market Share, ancora domina nel settore dei browser. Explorer è infatti usato dal 62% dei pc del mondo, segue Mozilla con il 24% (il browser di Firefox è in grande crescita), mentre più distaccati troviamo Chrome al 5,22%, Safari al 4,5%, e il norvegese Opera al 2,38%.

26 Febbraio 2010