"La vendita di Yahoo! è ancora possibile"

CAROL BARTZ

A sopresa il Ceo del motore di ricerca dichiara che "la società andava ceduta a Microsoft".  E sulla concorrenza di Google: "L'accordo commerciale con Redmond ci rende molto competitivi"

di Federica Meta
“Sì, Yahoo! andava venduta. E non è detto che ciò non possa ancora avvenire”. Lo ha detto Carol Bartz, Ceo di Yahoo! in occasione dei festeggiamenti per 15° anniversario del motore di ricerca.
Secondo la Bartz i 36 milioni di dollari offerti da Microsoft non potevano che fare gola. “Comunque è difficile giudicare una trattativa se non la si è seguita in prima persona (all’epoca dell’offerta di Redmond a capo della società c’era ancora Jerry Yang ndr) – ha precisato -. Ma di fronte a una proposta di quel tipo difficilmente avrei rifiutato”.
Per quanto riguarda la competizione con Google, la Bartz ha sottolineato che l’accordo commerciale con Microsoft  “è il migliore strumento per competere con Google. La nostra posizione è piuttosto competitiva”.

Oltre a Google lo “spauracchio” è anche Facebook che ha superato Yahoo! per numero di utenti. Ma la Bartz non sembra preoccuparsi del sorpasso. “Le dimensioni di Yahoo! sono sufficientemente grandi da non richiedere la ricerca di nuovi utenti – ha concluso la Bartz – E poi la guerra per attrarre nuovi utenti è troppo costosa”.
Il Ceo di Yahoo! ha infine espresso i suoi timori per alcuni orientamenti legislativi europei, con particolare riferimento alla sentenza di condanna dei dirigenti Google pronunciata il 24 febbraio dal Tribunale di Milano.

03 Marzo 2010