Più libri che giochi nelle apps per iPhone

LIBRI DIGITALI

Boom di applicazioni per e-books negli Apple Store. Ettinghausen (Penguin's): "Il 2010 sarà l'anno dell'editoria digitale grazie a iPad e Google Editions"

di Federica Meta
Gli e-book battono i giochi 1-0. Almeno sull’iPhone. Stando ai numeri di Mobclix, società di mobile advertising, quest’anno le applicazioni, disponibili su iTunes, che permettono di leggere libri in formato digitale hanno raggiunto quota 27mila mentre i giochi sono 25.400, seguite da quelle di intrattenimento e viaggi.

Una tendenza, quella della letteratura a portata di smartphone, che sembra destinata a rafforzarsi in vista del lancio dell’iPad, previsto per il prossimo aprile. “Finora l’iPhone è stato percepito più che altro come dispositivo centrato sui giochi - puntualizza “l’editore digitale” Dan Franklin di Canongate -. Il fatto che i libri abbiano sorpassato questo tipo di applicazioni è entusiasmante. Anche perché Apple punterà sempre più sugli e-book, trascinando ancora più persone verso la lettura digitale, così come ha fatto con la musica ai tempi del lancio di iTunes”.

Della stessa opinione Jeremy Ettinghausen, direttore del settore digitale della Penguin’s Book che però avvisa: “Molti dei libri digitali sono scaricabili gratuitamente perché liberi da copyright - precisa -. È dunque necessario focalizzare l’attenzione su ciò che si può effettivamente vendere, come accade per i giochi che sono per la maggior parte a pagamento”.

Ettinghausen è comunque convinto che il 2010 sarò l’anno dell’editoria digitale. “A fare da traino al mercato saranno l’iPad e il progetto Google Editions, la libreria online di Mountain View”.

09 Marzo 2010