Garante, nuove regole per gli archivi online dei giornali

PRIVACY

Gli archivi online dei giornali diventano “a prova di privacy”. Il Garante per la Protezione dei dati personali ha infatti individuato alcune modalità tecniche che gli editori devono adottare per evitare che i motori di ricerca estraggano in automatico dagli archivi dei giornali tutti i dati personali che vi sono contenuti, anche quelli non più attuali o incompleti che possano ledere la riservatezza delle persone. Nello specifico l’Authority impone alle società editrici di predisporre una versione dell’articolo che non riporti i dati personali dei ricorrenti nel caso in cui l’articolo possa essere estratto automaticamente da motori di ricerca esterni; di prevedere differenti modalità di presentazione delle pagine sul Web, in particolare garantendo che le notizie siano rintracciabili soltanto usando il motore di ricerca del giornale o del sito Internet.

03 Aprile 2009