Fare biz con la musica indie. Youtube lancia Musicians Wanted

YOUTUBE

Il programma, per ora disponibile solo negli Usa, prevede la divisione dei ricavi pubblicitari tra il videoportale e gli artisti

di Federica Meta
Fare business con la musica indipendente? Un sogno che Youtube si impegna a far diventare realtà. Il videoportale di proprietà di Google ha lanciato “Musicians Wanted”, un canale del YouTube Partner Program riservata agli artisti indie.

I musicisti potranno iscriversi all’iniziativa e presentare i loro video. Toccherà a Youtube valutarne la qualità e decidere se ammetterli al programma. La novità sta nel revenue sharing che caratterizza il progetto: le performance ammesse saranno accompagnate da annunci pubblicitari i cui ricavi verranno divisi tra Youtube e gli artisti. I musicisti potranno decidere di abbinare al video una funzione di e-commerce, aggiungendo sulla loro pagina dei pulsanti per acquistare brani e biglietti per concerti.

“Che facciate hip-hop, folk, noise-rock, jazz o un genere di vostra invenzione, siamo alla ricerca di qualunque tipo di contenuto video-musicale originale”, spiega sul blog di YouTube il music manager, Michele Flannery.

A rispondere per primi alla chiamata sono stati gli Ok Go: il gruppo “star” di YouTube e guru del marketing virale che recentemente ha abbandonato la Emi che gli aveva impedito di mettere i video su siti e blog musicali che non fossero quelli di proprietà della casa discografica.

Per ora il programma è disponibile solo negli Stati Uniti

18 Marzo 2010