"I quotidiani online facciano pagare le notizie"

MURDOCH

Rupert Murdoch, la cui compagnia di media News Corp è proprietaria di uno dei pochi giornali americani che fa pagare l'accesso alle proprie notizie sul web, spige gli altri quotidiani a fare lo stesso se vogliono sopravvivere

Murdoch, che ha comprato il Wall Street Journal e la sua compagnia madre Dow Jones & Co nel 2007, ha detto che la pubblicità online, in cui molti editori Usa confidano per controbilanciare la riduzione delle entrate provenienti dalla pubblicità sulle versioni cartacee, non basterà a coprire i costi.

"La gente legge le notizie gratis su Internet, questo deve cambiare", ha detto Murdoch parlando al Cable Show, un evento annuale dell'industria della tv via cavo a Washington, D.C.

Murdoch ha indicato come esempio il maggior rivale del Wall Street Journal negli Stati Uniti, il New York Times. Il Times ha uno dei siti web più famosi tra i quotidiani americani, ma nonostante questo non riesce a coprire i costi con la pubblicità online, ha spiegato.

L'impero dei quotidiani di Murdoch comprende il New York Post, il Times di Londra e altri giornali in Gran Bretagna e in Australia, consultabili gratuitamente online.

Il Journal online è diventato a pagamento anni prima che News lo acquistasse.

I commenti di Murdoch avvengono in un momento in cui il Times sta sostenendo un dibattito semi-pubblico sull'opportunità di mettere a pagamento la consultazione di alcuni o tutti gli articoli sul suo sito web.

La decisione del Journal di far pagare i lettori per accedere al sito è stata definita da Murdoch "non una miniera d'oro, ma neanche male".

03 Aprile 2009