Sky sul digitale, la decisione a metà aprile

TV

Commissione Antitrust Ue: dopo le feste pasquali l'eventuale sì allo sbarco anticipato sulla piattaforma terrestre

La Commissione Ue deciderà sull'eventuale sbarco anticipato di Sky sul digitale terrestre intorno alla metà di aprile, dopo aver condotto le consultazioni con i concorrenti, e fino ad allora "tutte le opzioni sono aperte". E' quanto fanno sapere i servizi antitrust dell'esecutivo Ue.

In base agli impegni presi con Bruxelles nel 2002, Sky non può trasmettere la pay tv su altre piattaforme prima del 2012. Ma la tv di Rupert Murdoch ha chiesto alla Ue di anticipare il suo sbarco sul digitale terrestre, partecipando all'asta per una delle tre reti ancora disponibili.

E il commissario Joaquin Almunia, responsabile della concorrenza, 'ha avviato una serie di consultazioni ('market test') con gli altri operatori, al termine delle quali sara' presa una decisone', spiegano i servizi di Almunia, precisando che fino ad allora 'tutte le opzioni sono possibili'.
Qualche settimana fa il viceministro alle Comunicazioni Paolo Romani ha incontrato Almunia per parlare del dossier Sky.
Secondo Romani, la rete "non deve e non può entrare nel digitale terrestre fino a dicembre 2011 né come fornitore di contenuti premium né come operatore di rete".

30 Marzo 2010