EBay si dà alla moda con un nuovo microsito

ECOMMERCE

EBay vuole cambiare immagine e farsi conoscere anche come outlet della moda più trendy. Ma servirà un radicale restyling del sito, dicono gli analisti

di Patrizia Licata
EBay non vuole più essere identificata come sito dove si comprano e si vendono oggetti usati e stravaganti. Pochi sanno che la popolare dotcom è il primo rivenditore online di abbigliamento e l'azienda ha deciso di sottolinearlo con un microsito dedicato alla moda, fashion.ebay.com - e non saranno capi ordinari, ma comprenderanno le ultime creazioni di stilisti come Hugo Boss.

EBay ha venduto abiti per un valore di 7,1 miliardi di dollari l’anno scorso e ha 10 milioni di utenti che navigano le sue pagine in cerca di vestiti, scarpe e accessori alla moda. Con il nuovo outlet dedicato, il sito spera di attrarre marchi più prestigiosi e diventare una destinazione “fashion”. I passati accordi con gli stilisti Narciso Rodriguez e Norma Kamali hanno dato ottimi risultati.

fashion.ebay.com sarà nuovo anche nelle formule di vendita che proporrà, dalle vendite "flash" (attive solo per brevi periodi per una piccola parte della merce) alla proposta di capi trendy a prezzi scontatissimi (su "Fashion Vault", lanciato all’inizio di questa settimana, in diretta concorrenza con siti come Gilt.com e Ruelala.com). Ci sarà anche un vero e proprio grande magazzino online cui già ha aderito Lord & Taylor; Brooks Brothers e le calzature Aldo arriveranno tra qualche settimana.

Il nuovo sito è stato anche disegnato per favorire lo shopping e la navigazione, con le gallerie di foto che mostrano i capi e gli accessori e un nuovo motore di ricerca potenziato. "Sarà una nuova esperienza”, garantisce Lorrie Norrington, presidente di eBay Marketplaces, che include siti di e-commerce come Shopping.com e Kijiji e ha rappresentato il 61% del revenue dell’azienda (in tutto 8,7 miliardi di dollari l’anno scorso).

Con la sua nuova strategia legata alla moda, eBay entra in competizione più diretta anche con Amazon.com e retailer tradizionali come Macy's e Target. Ma alcuni analisti non credono che eBay possa davvero riuscire a cambiare immagine: "EBay è noto a tutti come sito dove si comprano prodotti usati”, dice Sucharita Mulpuru di Forrester Research. A meno che, prosegue l’analista, la dotcom non riesca ad accedere a una grande quantità di merci a buon prezzo e a realizzare un profondo restyling del sito: eBay, che vanta 90 milioni di compratori e venditori attivi, e 200 milioni di prodotti in catalogo in tutto il mondo, di cui 19 milioni di capi di abbigliamento, è una massa di oggetti spesso difficile da navigare, un difetto che ha favorito il successo di concorrenti come Glyde.com and Gazelle.com.

07 Aprile 2010