Tutta l'arte della Toscana in un archivio digitale

PROGETTI

Nella sede Rai di Firenze via alla library multimediale che "racconta" il patrimomio culturale e paesaggistico della regione

di Federica Meta
Nasce a Firenze il primo archivio audiovisivo digitale dei beni culturali, grazie alla collaborazione di Regione Toscana, Comune di Firenze, Rai e Rai Trade. Obiettivo del progetto la valorizzazione e la commercializzazione del patrimonio audiovisivo artistico-culturale e paesaggistico italiano.
"In tutta Italia oggi lo sfruttamento e la valorizzazione della ricchezza culturale è troppo statica e contemplativa - ha spiegato il presidente della Rai, Paolo Garimberti, in occasione della presentazione dell'iniziativa -. Dobbiamo reinventarci un modo nuovo per comunicare e rendere fruibili le risorse del nostro Paese".

Il progetto sarà operativo a partire dal prossimo mese di ottobre e la prima fase prevede la conservazione e la progressiva digitalizzazione e indicizzazione di quella parte dell'archivio audiovisivo della Rai relativo ai beni culturali; successivamente sotto la supervisione di un comitato scientifico, i cui membri saranno nominati ogni tre anni dai promotori del progetto, la Library dei beni culturali sarà implementata attraverso una costante nuova produzione in alta definizione. Lo scopo è di costruire il più grande e completo archivio audiovisivo del patrimonio artistico e paesaggistico italiano.
Tra i primi format a disposizione ci saranno quelli dedicati al turismo (la grande cucina della tradizione italiana, le strade del vino e City Guide), alla storia (dalla storia delle arti visive ai grandi avvenimenti storici italiani e internazionali) e all'arte (il nuovo linguaggio dell'arte e le video guide museali).

"La sede di Firenze - ha sottolineato Gianfranco Comanducci, vice direttore Generale della Rai -  è perfetta per questa operazione: unire una città d'arte con un progetto di grande levatura come quello sull'archivio audiovisivo digitale mi sembra una soluzione ideale".  A Firenze, presso la sede regionale della Rai, infatti, sarà costituito un centro di eccellenza per la catalogazione e la realizzazione di contenuti editoriali audio-video e cross mediali relativi ai beni artistici e culturali italiani.

Rai Trade commercializzerà i contenuti della Library e si occuperà inoltre di attivare accordi di partnership con i detentori dei diritti dei più importanti archivi audiovisivi e fotografici italiani.  "Questo progetto semplificherà ulteriormente l'accesso al mercato perchè faciliterà l'interlocuzione di chiunque, in Italia e all'estero, intenda acquisire semplice footage o veri e propri prodotti audiovisivi dedicati ai beni artistici, culturali e paesaggistici italiani", fanno sapere i promotori.  Hanno manifestato interesse al progetto partner prestigiosi come Alinari 24 Ore, Giunti Editore e Scala Group.

09 Aprile 2010