Appello bipartisan a Maroni: "Legale il P2P non commerciale"

FILE SHARING

Un gruppo di deputati e senatori di entrambi gli schieramenti chiede al ministro dell'Interno un "incontro per esplorare possibili soluzioni"

di Federica Meta
"Sostenere la legalizzazione degli usi non commerciali del file sharing". E' l'appello rivolto al ministro degli Interni, Roberto Maroni,  contenuto in una missiva firmata da parlamentari di diversi orientamenti politici giornalisti, accademici, giuristi.

"Come già più volte aveva fatto in passato, in due interviste, una pubblicata in data 9 aprile dal settimanale Panorama, e l'altra concessa a Radio Uno in data 10 aprile, Lei ha nuovamente dichiarato di essere contrario ad approcci repressivi, come quello francese della disconnessione da internet dei cosiddetti 'pirati' - si legge nella lettera -. Lei ipotizza addirittura una strada di collaborazione tra utenti e produttori di contenuti d'intrattenimento. Lei ha inoltre giustamente ribadito che esiste una differenza sostanziale tra il furto e la condivisione, sottolineando che l'uso di reti di file sharing equivale a fare una copia di un cd acquistato e regalarla ad altri, cosa che avviene normalmente quando compriamo un cd e facciamo la copia per i nostri amici".

In questa prospettiva i firmatari chiedono un incontro con il ministro Maroni, per "esplorare insieme le soluzioni possibili".

La lettera è firmata, fra gli altri, da Roberto Cassinelli del Pdl e da Vincenzo Vita del Pd, dai deputatai radicali Marco Beltrandi e Rita Bernardini, nonché da rappresentanti dalle associazioni Agorà Digitale e Movimento Scambio Etico.

13 Aprile 2010