Mondadori debutta nell'e-book. "Oltre mille titoli entro l'autunno"

EDITORIA

Il battesimo in autunno "grazie a una grossa novità'' annuncia il vicepresidente del gruppo Marco Costa. Il presidente Marina Berlusconi: "Serve puntare su nuovi business"

di Margherita Amore
Focalizzarsi sul core business dei periodici senza rinunciare a sperimentare la sfida dell’e-book. Nella strategia Mondadori per il prossimo autunno c’è il libro digitale, come ha spiegato il vicepresidente del gruppo Maurizio Costa, durante l'assemblea che ha approvato il bilancio 2009: “Entro 4 anni il mercato degli e-book sarà pari al 20% in Usa, e l'Italia raggiungerà almeno il 10%. In questo comparto, Mondadori dovrà essere protagonista dal prossimo autunno con oltre mille titoli disponibili per l''e-book''.

Quanto al canale da utilizzare, “non abbiamo intenzione di fare accordi di esclusiva, vogliamo usare tutte le piattaforme disponibili sul mercato", ha aggiunto il vicepresidente.

Per il presidente Marina Berlusconi “bisogna tenere conto dei propri punti di forza ma puntare anche su altri mezzi”.

Scetticismo in casa Mondadori sul modello di news a pagamento adottato dal magnate Rupert Murdoch: "Non è facile ottenere il pagamento delle news - dice Costa -. E' più sostenibile il pagamento dei contenuti sotto forma di abbonamento" come ad esempio succede per la piattaforma iTunes.

27 Aprile 2010