Unità d'Italia, Seat Pg celebra i 150 anni con una Web-mostra

INIZIATIVE

L'azienda lancia un concorso online per raccontare il Belpaese. L'Ad Cappellini: "Dopo Poste, a giugno partnership con un grande gruppo per rafforzare la strategia multimediale"

di Federica Meta
Un concorso fotografico sul Web dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia per raccontare il Paese. È quello lanciato da Seat Pagine Gialle che lo ha presentato oggi a Roma, presso la Sala Zanardelli.

L'iniziativa che punta raccontare la Penisola valorizzandone il bagaglio culturale, riscoprendo un'italianità che guarda alla tradizione ma al contempo è proiettata verso la modernità, è rivolta ad appassionati di fotografia e fotografi professionisti che vogliano immortalare con il loro lavoro un piccolo pezzo di Italia da condividere online sul sito www.passioneitalia.it.
La pagina web raccoglierà gli scatti dei partecipanti e permetterà a tutti di votare l'immagine piu' bella o piu' ricca di significato. Basterà iscriversi al sito per votare, commentare le foto piu' belle e segnalarle agli amici e agli altri membri della community Passione Italia. Le foto vincitrici, scelte in base al numero di voti e al parere di una giuria tecnica, verranno pubblicate, nel 2011, sulle copertine di Pagine Bianche, Pagine Gialle e Tutto Città, di Seat Pg, in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dell'unità d'Italia.

La presentazione del concorso è stata anche l’occasione per annunciare nuove collaborazioni strategiche, dopo quella con Poste Italiane. "A giugno annunceremo una nuova partnership, la stiamo finalizzando. Si tratta di un gruppo importante – ha detto l’Ad, Alberto Cappellini -. Sono iniziative che supportano la nostra strategia della multimedialità".
Il manager ha poi confermato le previsioni di bilancio di metà esercizio che si attestano in una forchetta tra -2% e -4%. ''Il trend lo abbiamo più o meno identificato - ha concluso - Abbiamo dato indicazioni piu' precise sul primo semestre, vedremo un'accelerazione dell'evoluzione del fatturato online in linea con il nostro obiettivo di portare in due o tre anni il bilanciamento del fatturato al 50 e al 50''.

26 Maggio 2010