Advertising online, crescita al ralenti

IAB EUROPE

Brusca frenata nel 2009: dopo il +20% di due anni fa si avanza a un ritmo di "appena" il 4,5%

di Margherita Amore
Continua a crescere il mercato dell’advertising online ma con un andamento più lento rispetto agli ultimi anni.
Nel 2009 la pubblicità online in Europa è salita a quota 14,7 miliardi di euro, in crescita del 4,5% rispetto all'anno precedente. Un incremento lieve se paragonato al 40% registrato nel 2007 e al 20% del 2008, ma comunque positivo considerando che il comparto digitale è l’unico in crescita dell’intero settore pubblicitario.

I dati emergono dall’analisi che Screen Digest ha realizzato per Iab Europe (l’associazione internazionale dedicata allo sviluppo della comunicazione pubblicitaria interattiva) in 23 paesi europei, inclusi per la prima volta Russia, Bulgaria, Svizzera e Slovacchia.
Le crescite più significative riguardano le economie emergenti della Polonia, Turchia, Austria e Grecia, che partivano però da uno scarso livello di investimenti nel settore.
Aumenti meno consistenti, ma comunque importanti, si registrano in Italia (+6,5%), Spagna (+7,7%), Germania (+5,2%), Olanda (+1,9%), (Francia +1,7%) e Regno Unito (+4,6%) che però rappresentano insieme il 76% di tutto il mercato dell’advertising online.

Per avere un confronto, nello stesso periodo, il valore dell’intero mercato statunitense ha raggiunto i 16,3 miliardi di euro.
Secondo il rapporto, continua il trend positivo degli investimenti sui motori di ricerca, che segnano un aumento del 10,8% (contro il 26% dell’anno precedente), mentre il display advertising (i vecchi banner) è sostanzialmente stabile (+0,3%), e ha subito una flessione in quasi tutti i mercati più maturi: -6% in Francia, -5% nel Regno Unito e in Svezia.

07 Giugno 2010