A Lucca il Forum europeo sulla tv digitale

NEW MEDIA

di Marino Petrelli
Tutto pronto per il “Forum Europeo sulla Tv digitale”, a Lucca l'11 giugno, appuntamento tradizionale per monitorare lo stato del digitale terrestre in Italia e in Europa. Nell’ambito dei lavori, Stefano Mannoni, commissario dell’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni, e Paolo Romani, vice Ministro allo sviluppo economico con delega alle Comunicazioni faranno il punto sul nuovo Piano nazionale frequenze. Presente anche Andrea Ambrogetti, presidente di Dgtvi, che illustrerà i dati di costante avanzamento del processo di digitalizzazione in Italia.

“La prima vera novità di quest'anno - dice al Corriere delle Comunicazioni Andrea Michelozzi direttore di Comunicare Digitale, associazione che organizza l’evento - riguarderà la nascita dell’Osservatorio digitale europeo, che vuole fornire attività di formazione per i professionisti della televisione e creare interscambi con i vari progetti europei sul Dtt. Entro la fine dell’anno nasceranno poi i primi progetti europei che puntano alla produzione di contenuti comuni ai vari broadcaster, il cui format possa essere esportato in nuovi mercati, come il Sud America o l’India".

Il Forum avrà una presenza internazionale molto ricca, a cominciare da Colombia, Spagna, Inghilterra, Francia, Repubblica Ceca, Australia e Cina che, secondo Michelozzi, “arriva in Italia per comprare programmi in vista del lancio definitivo del digitale terrestre in quel paese”. Una delegazione arriverà anche dalla Slovenia, che ha chiesto all’Italia un aiuto concreto per lo sviluppo del ddt. Per il Panel Europa prevista la presenza di Josè Quintela Goncalves: il direttore delle operazioni di passaggio al digitale terrestre in Spagna spiegherà come il primo paese dei “big4” della televisione europea ha realizzato tale processo.

“A Lucca si parlerà anche di un nuovo servizio di Over the top Tv, all’interno della quale Rai, Mediaset, Dgtvi, Telecom Italia Mobile, uniranno le loro esperienze per offrire agli utenti nuovi contenuti - conclude Michelozzi -.  Un progetto che punta a recuperare risorse sia in termini di target che di pubblicità, contenuti e interattività”.

09 Giugno 2010