Google sfida Bing e sbarca nei servizi turistici

STRATEGIE

L'azienda californiana acquisisce per 700 milioni di dollari il gruppo Ita Software, specializzato in programmi per la pianificazione dei viaggi aerei. Google Travel dovrà vedersela con l'omologo di Microsoft

di Margherita Amore
Google si espande nel settore dei viaggi. Il colosso di Mountain View ha infatti acquisito per 700 milioni di dollari il gruppo Ita Software, specializzato nei programmi per pianificare viaggi aerei e confrontare il costo dei biglietti.

Tra i vari servizi offerti dal motore di ricerca comparirà un nuovo strumento “Google Travel” che aiuterà gli utenti ad organizzare al meglio i propri spostamenti. Secondo Google l'acquisizione porterà benefici a passeggeri, linee aeree e agenzie di viaggi, perché renderà più facile paragonare e acquistare voli .
“Quello che vogliamo realizzare è costruire un nuovo tool di ricerca voli che sia finalizzato alle necessità dell'utente finale”, ha affermato il Ceo di Google, Eric Schmidt, aggiungendo che Mountain View non ha in progetto di vendere biglietti agli utenti.

Non è ancora chiara però la strategia che porterà all’azienda profitti in questo settore: “Siamo sicurissimi che migliorando la ricerca attireremo online più persone. La struttura economica dovremo deciderla più avanti”, ha aggiunto la Schmidt.
L’idea dell’integrazione con Ita nasce probabilmente dalla volonta di contrastare Bing in uno dei settori nei quali il motore di ricerca Microsoft ha dimostrato maggior efficacia, ingegno ed innovazione. Bing Travel permette infatti il confronto nelle tariffe aeree per consigliare quando procedere o meno all'acquisizione dei biglietti.

L'acquisizione dovrà comunque superare il vaglio dell'Antitrust statunitense, data la confluenza nel più grande motore di ricerca della società leader nei software di ricerca di viaggi.

02 Luglio 2010