Un anno di carcere a quattro responsabili di Pirate Bay

DIRITTO D'AUTORE

Il file sharing nel mirino della giustizia. Almeno di quella svedese. Quattro responsabili di The Pirate Bay, uno dei principali siti di condivisione di file al mondo, sono stati condannati da un tribunale di Stoccolma a un anno di carcere per complicità nella violazione del diritto d'autore nonché a pagare 30 milioni di corone (2,72 milioni di euro) di risarcimento danni e interessi all'industria discografica, cinematografica e dei videogiochi. Si tratta di Fredrik Neij, Gottfrid Svartholm e Peter Sunde, fondatori di Pirate Bay, e di Carl Lundstr"m, accusato di avere investito nel sito. I condannati non hanno fatto dichiarazioni ma in compenso hanno fatto “parlare” la homepage del loro sito. “Come in tutti i migliori film, gli eroi perdono all'inizio ma riescono alla fine, comunque, ad ottenere una vittoria epica. È l'unica cosa che Hollywood ci ha insegnato”, si legge oggi sulla pagina principale.

17 Aprile 2009