Dtt, le Regioni autonome chiedono incontro con Agcom

TELECOMANDO

Approvato all'unanimità dalla conferenza dei presidenti delle assemblee un odg che chiede il ritiro del provvedimento sul telecomando digitale

di Enzo Lima
La conferenza dei presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province Autonome ha approvato stamane all'unanimità l'ordine del giorno, presentato dalla presidente del Consiglio regionale della Sardegna Claudia Lombardo, che chiede all'Agcom il ritiro del provvedimento con cui si escludono le tv locali dai primi nove canali del telecomando della televisione digitale. I presidenti dei Consigli regionali di tutta Italia hanno chiesto anche un incontro urgente all'Autorità che si dovrebbe tenere nei prossimi giorni.

"Il voto all'unanimita' espresso da tutti i presidenti delle Assemblee regionali d'Italia", ha detto il vicepresidente del Consiglio regionale Michele Cossa, che stamattina ha illustrato l'ordine del giorno, "sottolinea ancora una volta la consapevolezza da parte delle istituzioni dell'importanza della emittenza locale su tutto il territorio italiano. Le Assemblee regionali hanno deciso di assumere un ruolo da protagonista perche' non possono assistere impotenti a quello che di fatto, dopo la decisione dell'Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni, potrebbe essere il primo atto di un processo di smantellamento delle emittenza locale".

L'ordine del giorno approvato punta a salvaguardare il ruolo essenziale svolto dalle tv locali contro la globalizzazione dell'informazione e a tutelare i principi di autonomismo, di specialita' e i valori identitari del regionalismo italiano.

26 Luglio 2010