MySpace superato da Facebook. Via il co-fondatore DeWolfe

MYSPACE

Il co-fondatore di MySpace Chris Dewolfe, il guru del marketing, che ha guidato il social network dagli inizi verso l'esplosione su Internet non rinnoverà il suo contratto con la società e non sarà più direttore generale.

La News Corp di Rupert Mardoch News Corp. ha fatto sapere che la "decisione è stata presa di comune accordo". Tuttavia l'uscita di scena di Dewolfe concide con l'arrivo del nuovo capo del gigante digitale, Jon Miller, che dopo una valutazione di My Space avrebbe deciso che è giunto il momento di cambiare la gestione del social network con una persona a lui molto vicina.

Secondo la stampa americana, la decisione di mandare via il co-fondatore, suggerirebbe in realtà la crescente insoddisfazione della New Corp che ha acquistato la coscietà per 580 milioni di dollari ma che ora si vede rubare terreno dal rivale Facebook, che ha avuto un rapido incremento di utenti negli Usa, una volta dominio di MySpace.

Secondo gli analisti la causa della perdita di terreno da parte della società con sede a Beverly Hills starebbe nel ritardo nell'innovazione tecnologica sostenuta invece dalla rivale della Silicon Valley.

"La piattaforma MySpace non si è evoluta  e continua a non farlo - ha dichiarato Charlene Li, fondatore di Altimeter Gruop di San Mateo, California, "considerando che Facebook, ogni paio di mesi, fa un grande cambiamento trascinandosi dietro gli utenti".

Resta il fatto che MySpace è stato più efficace di Facebook a trovare modi per generare entrate economiche, attraverso iniziative come ad esempio la partnership con citysearch, che consente agli utenti di commentare ristoranti locali, bar e locali notturni. MySpace ha anche una tecnologia che consente alle imprese di indirizzare i propri annunci su base geografica.

Il successore di Dewolfe dovrà trovare comunque il modo di ingrandire il regno di Myspace. Ma non sarà semplice viste le nuove funzionalità aggiunte da Facebook e il fatto che l'anno prossimo scadrà anche l'importante collaborazione con Google per la pubblicità e MySpace, in recessione, non è più in grado di negoziare un accordo favorevole, come ha fatto la prima volta.

Secondo indiscrezioni in lizza per questo difficile compito è proprio Owen Van Natta, ex dirigente Facebook. Van Natta ha lasciato il social network nel febbraio 2008 ed è sbarcato come direttore generale al ProjectPlaylist, un sito interattivo di musica in streaming. Il suo nome è stato nominato l'anno scorso tra i finalisti in corsa per MySpace Music,  joint venture con le principali etichette musicali. Lavoro che, alla fine, è andato a MTV Networks.
Dewolfe resterà nel consiglio di amministrazione di MySpace Cina e sarà un consulente strategico per l'azienda.

23 Aprile 2009