Spagna, più fondi a tutela del copyright online

CONTENUTI

Il ministro della Cultura aumenta del 15%, a 2,2 milioni di euro, il budget per la creazione e promozione di contenuti legali su internet

di Patrizia Licata
Più fondi per mettere a disposizione dei consumatori contenuti online legali e combattere la pirateria su Internet. Il ministro della Cultura spagnolo Mercedes del Palacio ha accresciuto del 15% il budget destinato a promuovere l’offerta legale online nel 2010, portandolo a 2,2 milioni di euro, secondo quanto riferisce El Pais.

Altre aree della cultura non sono altrettanto fortunate. Il budget complessivo del ministero della Cultura verrà ridotto del 13,9%, a 789,3 milioni di euro nel 2011, come parte dei tagli in bilancio in atto in diverse aree dell’amministrazione pubblica.

Ma la proprietà intellettuale resta un settore di investimento prioritario: Mercedes del Palacio ha ribadito il supporto del ministero della Cultura e l’intenzione di rafforzare la difesa del copyright. A questo scopo, l’agenzia finanziaria di stato Ico fornirà anche 22 milioni di euro l’anno in prestiti, parte dei quali saranno destinati alla formazione del personale. “La proprietà intellettuale e la cultura sono industrie del futuro capaci di creare nuovi posti di lavoro”, ha dichiarato la Del Palacio. "Spero che presto più imprese di medie dimensioni entrino da protagoniste in questo settore".

11 Ottobre 2010