Yahoo!, la preda che fa gola ad Aol e al private equity

RUMORS

Silver Lake Partners e Blackstone tra le compagnie che sarebbero pronte ad allearsi con l'Internet provider per lanciare un'offerta di acquisto sul "motore". Chiesta la consulenza di Goldman Sachs

di Patrizia Licata
Aol e diverse società del private equity pronte ad unirsi per fare un’offerta di acquisto per Yahoo. Lo riferisce il Wall Street Journal, inserendo Silver Lake Partners e Blackstone tra le compagnie che hanno espresso interesse ad allearsi con Aol per comprare Yahoo o addirittura per acquisirla senza intervento di alleati esterni. A queste, si aggiungono altre due o tre società che, secondo fonti vicine alle trattative, si sono dette interessate a partecipare nel caso venisse disegnata una proposta formale di acquisto.

Le fonti del quotidiano finanziario hanno sottolineato che i negoziati sono in fase assolutamente preliminare e nessuna offerta è stata presentata a Yahoo. Inoltre, il fatto che Aol e il private equity siano interessati alla Internet company non vuol dire che si arrivi mai a un approccio concreto verso Yahoo, data la complessità nella strutturazione della proposta.

Uno degli scenari che viene discusso è un accordo in cui Alibaba riacquisterebbe il 40% che attualmente Yahoo possiede nella company cinese. Altri asset di Yahoo potrebbero essere venduti a gruppi tecnologici o dei media interessati; effettuate queste dismissioni resterebbe una compagnia dal valore molto inferiore e le società di private equity non avrebbero difficoltà a finanziarne l’acquisto.

Un secondo scenario coinvolge Aol, che combinerebbe le sue operazioni con Yahoo in un reverse merger dopo che Yahoo si sarà liberata della quota in Alibaba. Qualunque siano gli asset che comporrebbero la nuova Yahoo in mano ad Aol o al private equity, resta da vedere se l'azienda continuerà ad essere quotata in Borsa.

Il chief executive di Alibaba Jack Ma si è detto in passato aperto a riacquistare la quota che Yahoo ha nella sua azienda (e che vale, secondo gli analisti, circa 10 miliardi di dollari). Sembra anche che il Ceo di Aol Tim Armstrong abbia ventilato, in sede privata, l’ipotesi che sia Yahoo a comprare Aol, ma le speculazioni non finiscono qui e c’è chi dice anche che potrebbero essere le aziende dei media, senza Aol ma insieme al private equity, a farsi avanti per acquisire Yahoo.

E secondo quanto riferisce Bloomberg Yahoo! si prepara a rispondere a eventuali offerte d'acquisto aaffidandosi alla consulenza di Goldman Sachs. Il colosso di Sunnyvale non avrebbe ancora ricevuto offerte, ma starebbe lavorando da un paio di settimane alla risposta da dare a offerte di vario tipo.

14 Ottobre 2010