Caso Belen. Telecom: "Stiamo consultando il mercato delle agenzie"

IL FLOP DEGLI SPOT

La precisazione dopo la notizia sull'addio alla showgirl, pubblicata ieri dal Corriere delle Comunicazioni e ripresa oggi dai principali siti di informazione italiani sulla sostituzione di Belem come testimonial. L'azienda dice "nessuna decisione è stata presa".

di Mila Fiordalisi
“Stiamo consultando il mercato delle agenzie ma nessuna decisione è stata presa”. Questa la precisazione di Telecom Italia sul "caso" Belen, ossia sugli spot che vedono protagonista la showgirl sudamericana. Spot che non hanno raggiunto i risultati sperati.

Come anticipato ieri sul nostro sito e sulla newsletter CorCom le performance deludenti sul fronte delle utenze mobili sarebbero in parte dovute proprio alla campagna di comunicazione voluta da Fabrizio Bona, l'ex manager di Wind chiamato in azienda in qualità di responsabile consumer e recentemente defenestrato a causa dei mancati obiettivi di business e sostituito da Marco Patuano, direttore domestic market operations che assume ad interim l'incarico ricoperto da Bona.

Secondo quanto riportato da Panorama Economy, Telecom avrebbe convocato sei agenzie di comunicazione per dare il via ad una nuova campagna e le proposte sono attese già entro metà dicembre. Le sei agenzie sono: Leo Burnett, ideatore dell'attuale format, Lowe Pirella Fronzoni, Armando Testa, Kein Russo, Santo e Publicis.

10 Dicembre 2010