Azioni Facebook: Goldman Sachs esclude gli investitori americani

IPO

La banca d'affari ha deciso di limitare le vendite dei titoli. Si teme la violazione delle norme sul collocamento di società non quotate

di F.M.
Gli investitori statunitensi non potranno acquistare azioni di Facebook da Goldman Sachs. La banca d’affari teme che l’eccessiva attenzione da parte dei mass media sull’operazione possa generare violazioni delle norme che regolano la promozione dei collocamenti di società non quotate.
La banca ha investito 450 milioni di dollari in titoli del social network e si è impegnata a collocare presso investitori - a questo punto solo internazionali - 1,5 miliardi di titoli attraverso la creazione di uno special purpose vehicle.

Goldman Sachs – analizza il Sole 24 Ore – se prima rischiava di scontrarsi con le regole e le authority “ora potrebbe fare i conti con un altro imbarazzo, quello della marcia indietro dopo aver fatto balenare un’agognata opportunità a influenti e investitori”.
“I clienti americani di Goldman saranno delusi”, ha detto Randy Hawks, gestore della società di venture capital Claremont Creek Ventures. A meno che non si facciano bastare le scuse della banca che in una nota scrive: “Ci rammarichiamo per le conseguenze di questa decisione”.

18 Gennaio 2011