Antitrust, Google pronta ad accordarsi con la Ue

L'INDAGINE

Schmidt disposto a patteggiare sull'indagine per abuso di posizione dominante aperta da Bruxelles: "Non voglio trascinare la società in un processo troppo lungo"

di F.M.
Google pronta a trovare un accordo con la Commissione europea sull’indagine sul presunto abuso di posizione dominante aperta dall’Antitrust di Bruxelles. A riportare le notizia il Sunday Telegraph, citando un colloquio con il Ceo uscente Eric Schmidt, in procinto di diventare nuovo presidente esecutivo.
Schmidt ha chiarito di non avere intenzione di “trascinare la società in processo che potrebbe richiedere anni e che rischia di mettere Google di fronte a multe da pagare”, semmai fosse trovata colpevole di una qualsiasi trasgressione. Schmidt ha auspicato che la Commissione sia disposta a venire incontro al motore di ricerca con una serie di misure correttive che “Google si impegna a valutare con attenzione”, promette il manager, almeno finché – sottolinea però il quotidiano britannico – “riesce a proteggere i propri interessi”.

07 Febbraio 2011