In campo nell'iniziativa Agenda Digitale

SEAT PG

Seat Pg annuncia la sua adesione all’Agenda Digitale, di cui condivide lo strategico obiettivo di costruire una cultura digitale condivisa a tutti i livelli che sia funzionale alla necessaria innovazione del Sistema Italia.
Seat Pg, infatti, è da sempre un motore di relazioni per il tessuto economico e sociale italiano e crede fermamente nell’importanza di internet per lo sviluppo delle imprese italiane e per il futuro di tutti i cittadini.

“Agenda Digitale” è un’iniziativa nata da un’idea di alcuni tra i principali guru di internet e promossa da un network di manager, opinion leader e operatori del settore dell'innovazione, con l’obiettivo di porre il tema del digitale al centro del dibattito politico nazionale, per dare un impulso all’evoluzione economica e sociale italiana.

Attraverso proposte concrete che coinvolgano le rappresentanze economiche e sociali, i consumatori, le università e tutti quelli che, con il loro lavoro, ruotano attorno alle rete, l’iniziativa si propone infatti di far crescere una cultura digitale per l’Italia in una visione di sviluppo di lungo periodo.

“Internet è uno strumento chiave per lo sviluppo del sistema economico e sociale italiano: per la competitività delle imprese e delle attività commerciali, per l’efficacia della Pubblica Amministrazione e per l’accessibilità da parte dei cittadini a informazioni e servizi che migliorino la qualità della vita - ha commentato Alberto Cappellini, Amministratore Delegato di Seat Pg -. Perché questo avvenga, c’è ancora molta strada da fare: da un lato, garantire quanto prima l’accesso alla banda larga per tutti i cittadini, dall’altro favorire la presenza su internet delle nostre imprese. La collaborazione di tutti gli attori del Sistema – politica, imprenditoria, università – è un elemento fondamentale per accelerare questa evoluzione del sistema socio-economico. Per questi motivi, aderiamo con entusiasmo a questa iniziativa di grande livello che ci impegniamo a supportare concretamente come azienda”.

25 Febbraio 2011