Nyt, 100mila Web-abbonati. Ma crollano gli utili

EDITORIA

Nonostante il successo delle news a pagamento, lanciate lo scorso marzo, i profitti del quotidiano scendono rovinosamente (-56%) nel primo trimestre. Colpa del calo della pubblicità sulla carta stampata e della diminuzione dei contratti sul mini-motore di ricerca About.com

di F.M.
Da quando fa pagare i contenuti online, cioè dal 28 marzo scorso, il New York Times ha conquistato 100mila abbonati. Lo indica il gruppo editoriale a cui fa capo il prestigioso quotidiano newyorchese nelle sua trimestrale, registrando però un deciso calo degli utili netti pari al 56%, da 12,8 milioni a 5,4 milioni di dollari. Il calo degli utili – precisa il gruppo - è dovuto in particolare al crollo della pubblicità sulla carta stampata, oltre ad un inatteso calo dei contatti al sito About.com, un mini motore di ricerca. Dopo che Google ne ha rivisto gli algoritmi, About.com ha visto infatti il proprio fatturato diminuire del 10,2%.

Le cifre sono invece positive per la pubblicità online, cresciuta del 4,5% in tutto il gruppo. La pubblicità digitale rappresenta ora il 28% del totale, rispetto al 25,6% l'anno scorso. Sui contenuti online, i responsabili del Nyt precisano infine che è troppo presto per trarre conclusioni, ma rilevano che “i primi indicatori sono incoraggianti”, e c'è la convinzione che le sottoscrizioni digitali cresceranno nel secondo trimestre.

21 Aprile 2011