Telecom lancia 'Ustation', il portale dei media universitari

WEB 2.0

Telecom Italia lancia Ustation (www.ustation.it), il primo progetto italiano dedicato alla produzione multimediale universitaria, realizzato in collaborazione con Umedia e RadUni, l’associazione degli operatori radiofonici universitari. Obiettivo principale del progetto è valorizzare i prodotti di comunicazione realizzati in tutte le università italiane all’interno dei laboratori multimediali, dei singoli corsi, degli incubatori e dei circuiti creativi, sostenendone lo sviluppo.

Ustation, presentato oggi alla terza edizione del Festival delle Radio Universitarie FRU 2009 presso l’Università degli Studi di Salerno, riunisce tutti i media universitari in un unico sito web disegnato con una logica tipicamente web 2.0: la piattaforma ospita una sezione live dove si possono visualizzare le emittenti d’ateneo in onda - sono già una trentina le radio, le tv ed i magazine che hanno aderito al progetto - e offre a ciascun utente, dopo aver aperto il proprio profilo, la possibilità di condividere audio, video, foto, video cv, dar vita a un blog, organizzare sondaggi e concorsi, porre quesiti, creare amicizie, interagendo con quanti fanno parte della community.

“Con questa collaborazione Telecom Italia conferma il suo impegno per la creazione e lo sviluppo di un nuovo ecosistema delle comunicazioni in grado di favorire l’innovazione e di offrire nuove opportunità ai giovani e all’intero sistema Paese - ha affermato Carlo Fornaro, direttore relazioni esterne di Telecom Italia -. Siamo pertanto orgogliosi di poter mettere a disposizione di questo progetto tutte le nostre competenze e le nostre infrastrutture tecnologiche e, in una logica di integrazione tra i diversi mezzi di comunicazione, di offrirgli un’ulteriore importante occasione di visibilità e notorietà grazie alla vetrina offerta dal nuovo programma Universication di LA7”.

I migliori contenuti di Ustation saranno protagonisti di “Universication”, il nuovo programma di LA7 che a partire da settembre esplorerà i nuovi linguaggi televisivi attraverso il dialogo con Internet, i new media e le nuove generazioni. Tra i video trasmessi sarà presente anche il reportage del Festival delle Radio Universitarie vincitore del concorso “Racconta il tuo Fru” (iscrizioni entro il 31 luglio sul sito www.ustation.it).
“La costituzione di una rete di media universitari è il presupposto indispensabile di Ustation” – spiega Gianluca Reale, amministratore unico di Umedia –. Su queste basi è possibile far emergere la ricchezza espressiva degli University Creative Contents (Ucc), dei circuiti che li veicolano e degli studenti stessi che li originano. Il portale è il fulcro di questo progetto che all’inizio si configurerà come un aggregatore dei contenuti delle emittenti e dei singoli producer, mentre in una seconda fase darà vita, attraverso formati partecipativi e innovativi, a nuovi prodotti di comunicazione. La web company Umedia è il braccio operativo di RadUni e si propone di operare come interfaccia tra i circuiti creativi universitari di tipo bottom up e l’industria della comunicazione. Vogliamo svolgere una funzione di raccordo tra queste due realtà che hanno pochi punti di contatto e che hanno bisogno l’una dell’altra”.


Tra le radio, tv e magazine universitari che hanno aderito, ad oggi, a Ustation ci sono: Extracampus (Università di Torino); Scuola Holden (Torino); Polimovie (Politecnico di Torino); Radio 6023 (Università del Piemonte Orientale); Ucampus (Università di Pavia); Radio Bue (Università di Padova); Tele Bue (Università di Padova); Fuori Aula Network (Università di Verona); Webz (Bolzano); Sanbaradio (Università di Trento); Facoltà di Frequenza (Università di Siena); Radio Eco (Università di Pisa); Radio Urca (Università di Urbino); Musicultura (Università di Macerata); Effervescienze (Università di Genova); Radio Sapienza (Università La Sapienza); Tor Vergata Tv (Università Tor Vergata); Radio Luiss (Università Luiss); Tv Luiss (Università Luiss); Radiophonica (Adisu Perugia); Unica Radio (Università di Cagliari); Radio Kreattiva (cirucuito di 9 scuole superiori di Bari); Radio Unis@und (Università di Salerno); Ldf (Università di Palermo).


21 Maggio 2009