Fisco, arriva l'anagrafe online condivisa

INNOVAZIONE

Il ddl approvato dal Consiglio dei ministri prevede che l'Inps istituisca entro due anni un fascicolo elettronico della persona accessibile da tutte le PA

di F.Me.
Arriva l'anagrafe generale online delle posizioni assistenziali, condivisa tra tutte le amministrazioni, per monitorare le prestazioni pubbliche. Il registro è previsto nella riforma assistenziale, contenuta nel ddl delega approvato ieri dal Consiglio dei ministri,  che dovrà diventare operativa entro due anni dall'entrata in vigore della legge.

Il provvedimento stabilisce che spetti all'Inps l'organizzazione di un ''fascicolo elettronico della persona e della famiglia attraverso la realizzazione di un'anagrafe generale delle posizioni assistenziali - si legge nel testo - condivisa tra le amministrazioni centrali dello Stato, gli enti  pubblici di previdenza e assistenza, le Regioni e gli Enti Locali, al fine di monitorare lo stato di bisogno e il complesso delle prestazioni di tutte le amministrazioni pubbliche''.

Nella delega è prevista inoltre la revisione degli indicatori di situazione economica equivalente (Isee), ''con particolare  attenzione alla composizione del nucleo familiare". Inoltre è previsto il riordino dei criteri di invalidità e di reversibilità dei requisiti reddituali e patrimoniali ''nonchè delle relative  situazioni a carattere personale e familiare per l'accesso alle  prestazioni socio assistenziali''.

01 Luglio 2011