Svolta al Gemelli di Roma, i referti trasmessi via e-mail

E-HEALTH

I pazienti che ne faranno richiesta riceveranno per posta elettronica i risultati degli esami clinici in formato pdf. La firma digitale conferisce validità legale al documento

di Federica Meta
Risparmiare tempo, evitando file agli sportelli e in più avere comodamente a disposizione in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo sul proprio pc i referti ambulatoriali con i risultati delle analisi certificati. Questo è ora possibile per tutti i pazienti del Policlinico universitario "A. Gemelli" di Roma grazie al nuovo servizio di invio dei referti medici ambulatoriali tramite posta elettronica protetta. A usufruirne potrebbero essere i circa 9.000 cittadini che ogni mese (300 ogni giorno) affluiscono agli sportelli "referti" per il ritiro.

Il Gemelli è il primo ospedale del Lazio a offrire il nuovo servizio di refertazione via web, che unisce validità legale dei documenti e sicurezza dell'invio, a tutti i pazienti che ne fanno richiesta, che potranno così ricevere nella propria casella postale elettronica i risultati degli esami diagnostici effettuati nella struttura. I referti, in formato pdf, hanno la firma digitale, assumendo in questo modo piena validità legale pari agli omologhi referti cartacei, che comunque potranno essere sempre ritirati agli sportelli della Spedalità del Gemelli attraverso le usuali procedure.

Il nuovo servizio di refertazione online è effettuato in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati grazie all'utilizzo della "busta pdf": i file con i referti vengono inseriti in un archivio contenitore, cioè una busta virtuale il cui contenuto è protetto da password personale. Agli sportelli della Spedalità, al momento della prenotazione o del pagamento della prestazione, il paziente che farà richiesta di ricevere i referti via e-mail dovrà compilare e firmare un modulo, indicando l'indirizzo di posta elettronica personale, l'eventuale numero di telefono cellulare cui inviare un sms di cortesia per notificare l'avvenuto trasmissione dei documenti, l'informativa e il consenso al trattamento dei dati personali.

Sulla ricevuta di pagamento sarà stampato codice personale, che servirà ad aprire la busta crittografata contenete il referto in pdf recapitato via e-mail all'indirizzo indicato. L'effettuazione della prestazione, la compilazione e la stampa digitale del referto seguiranno l'iter usuale. Quando il referto sarà pronto e certificato con firma digitale, il sistema provvederà automaticamente all'invio, con contemporaneo avviso tramite sms.

Unificando firma digitale e busta virtuale protetta il Gemelli si pone all'avanguardia nell'invio informatico dei referti, per sicurezza, completezza, semplicità del servizio fornito al paziente. La ricezione per posta elettronica è infatti facile e immediata, le comunicazioni sono protette a tutela della privacy e i documenti firmati, acquisendo così valore giuridico senza necessità di ritirare l'originale cartaceo.

13 Luglio 2011