Napoli, la Provincia battezza le gare telematiche 2.0

INNOVAZIONE

La Giunta dà il via libera alla creazione di una piattaforma condivisa tra le PA per la gestione degli appalti pubblici e di un albo digitale degli operatori economici. Il presidente Cesaro: "Diffondiamo la cultura dell'innovazione"

di F.Me.
La giunta provinciale di Napoli ha approvato il progetto per la creazione del portale Gare Telematiche Evoluzione 2.0. L'iniziativa parte dalla positiva esperienza realizzata, a partire dal 2006, con la creazione di una piattaforma telematica che è in grado di gestire non solo le procedure tradizionali ma soprattutto le procedure telematiche di acquisto, la gestione dei contratti stipulati e numerose attività di work-flow interno.

''Sono sempre stato favorevole all'utilizzo delle nuove tecnologie per agevolare il lavoro del nostro Ente - sottolinea il presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro - e per favorire una più efficace gestione delle risorse umane. Per questo motivo, giudico in maniera molto positiva l'approvazione, da parte della giunta provinciale, del Progetto Portale 2.0''.

Cesaro ha espresso apprezzamento per l'iniziativa attraverso la quale - ribadisce - ''si accresce e diffonde la cultura dell'innovazione''.

''La nostra sfida - conclude Cesaro - deve essere quella di promuovere la cultura dell'innovazione e dell'efficienza, l'obiettivo è quello di facilitare la vita ai nostri cittadini migliorando il loro rapporto con l' Ente''.
La nuova piattaforma, sulla base dell'interesse riscontrato e dei positivi riconoscimenti ottenuti  - il progetto è stato inserito per la qualità dei servizi resi nell'ambito dell'iniziativa ''Non solo fannulloni'' ed è stato tra i premiati del progetto ''Meno carta più valore'' al Forum PA 2011 - si pone l' obiettivo di creare un sistema integrato in materia di appalti pubblici, privilegiando l'uso di strumenti telematici, mediante la creazione di un network tra la Provincia di Napoli e le altre amministrazioni interessate; la realizzazione di una centrale acquisti rivolta in particolare agli Enti locali presenti sul territorio provinciale e la costituzione di un Albo Telematico degli operatori economici condiviso da tutte le amministrazioni.

19 Luglio 2011