Rivoluzione Equitalia, partono i pagamenti online

INNOVAZIONE

Da oggi i contribuenti possono pagare via pc, smartphone e tablet. Disponibile anche il servizio di estratto conto

di Federica Meta
Verificare l'ammontare del debito e il suo dettaglio, dall'importo iniziale a quello attuale, conoscere la ripartizione degli interessi e le altre spese, aggiornarsi sugli eventuali provvedimenti di annullamento e sospensione emessi dall'ente creditore e controllare le rateizzazioni attive. Tutto questo è possibile farlo dal computer accedendo all'Estratto conto online di Equitalia, il servizio che permette di verificare la propria situazione debitoria aggiornata e che si arricchisce di una nuova funzionalità: il pagamento online tramite Rav, la serie numerica che si trova prestampata sui bollettini inviati da Equitalia.

Da oggi i contribuenti di tutta Italia (Sicilia esclusa) possono pagare il proprio debito anche online, senza recarsi necessariamente allo sportello, in banca o alla posta. Basta collegarsi dal proprio computer al sito www.gruppoequitalia.it, cliccare sul servizio "Consulta l'Estratto conto" all'interno del box "Servizi online" presente nella home page. Dopo aver inserito i propri dati sara' possibile generare un nuovo codice Rav che potrà essere utilizzato, entro la giornata, per pagare attraverso la rete bancaria e dei tabaccai, oppure tramite il proprio servizio di home banking accessibile da pc, tablet o telefonini di ultima generazione. In questo modo si può controllare il proprio debito e contemporaneamente pagarlo, anche in mobilità e se ci si trova all'estero. Un vero sportello virtuale, ancora più utile e completo, aperto 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Un'evoluzione dei servizi di Equitalia che punta sull'innovazione per semplificare gli adempimenti fiscali di cittadini e imprese dando ascolto alle loro esigenze. Il Rav (Ruoli Mediante Avviso) è un tipo di bollettino che Equitalia utilizza sia per la riscossione da ruolo coattiva (le cartelle di pagamento in caso di tributi, contributi e tasse non pagati) sia per quella spontanea (Ici, Tarsu, Ordini professionali etc.).

Il bollettino, inviato per posta da Equitalia, deve essere pagato entro una determinata scadenza. Oltre tale data, i contribuenti possono oggi collegarsi al sito internet, entrare nel servizio Estratto conto, generare un nuovo codice Rav che racchiuderà il debito aggiornato e pagarlo attraverso il proprio servizio di home banking.

27 Luglio 2011