PA digitale, la Toscana pronta ad investire 55 mln

INNOVAZIONE

Le risorse saranno destinate alla carta sanitaria elettronica e alla messa a punto del sistema unico per i dati catastali e tributari. La vicepresidente Targetti: "Ci impegniamo nonostante i tetti di spesa definiti dal patto di stabilità"

di F.Me.
55 milioni di euro. A tanto ammonta l'investimento che la Regione Toscana metterà in campo per la società dell'Informazione. Ad annunciarlo in aula la vicepresidente, Stella Targetti, nell'informativa preliminare al programma toscano. "La Toscana intende continuare a investire per promuovere lo sviluppo dell'amministrazione elettronica e la società dell'informazione e della conoscenza per il 2012-2015, sia come Regione che come enti locali nel loro complesso - ha sottolineato la Targetti - nonostante il contesto particolarmente difficile per i vincoli di bilancio stringenti e i tetti di spesa imposti dal rispetto del Patto di stabilità''.

Diversi i versanti su cui operare, per migliorare l'accessibilità territoriale; garantire un rapporto più diretto e immediato di cittadini e imprese con una PA efficiente; favorire l'accesso sicuro e unificato di cittadini e imprese ai servizi attraverso la carta sanitaria elettronica; attivare il sistema unitario per la gestione dei dati tributari e catastali.

Il programma autorizzatorio di spesa - per il periodo 2012-2015 - sarà di quasi 55 milioni di euro, tra risorse regionali, nazionali, europee ed altro.

14 Settembre 2011