E-gov, a Torino nasce il centro italo-cinese

INNOVAZIONE

Con sede presso il Politecnico, la struttura si occuperà di sviluppare soluzioni realtive a smart cities, e-health e mobilità sostenibile. In campo AgInnovazione

di F.Me.
Torino capitale dell'e-gov. E' stato firmato questa mattina nelle città piemontese l'ultimo atto per dare avvio al Centro E-Government Italo-Cinese. La struttura, che avrà due sedi- una al Politecnico di Torino e l'altra a Shenzen, cuore dell'industria ad alta tecnologia cinese - ha per obiettivo lo scambio bilaterale delle migliori pratiche e di esperti del settore, la promozione di programmi di alta formazione, lo sviluppo di progetti di ricerca congiunta e la sperimentazione di soluzioni innovative per la pubblica amministrazione.

In particolare nella sede torinese, all'interno del campus del Politecnico, saranno sperimentate soluzioni innovative e prototipi per soluzioni digitali da applicare alle pubbliche amministrazioni dei due paesi. Il Centro si propone anche di svolgere attività di trasferimento tecnologico verso le piccole e medie imprese. I settori di intervento sono e-government, eHealth, Smart Grids, mobilità intelligente ed in generale tutte le attività riconducibili all'ampio perimetro delle Smart Cities.

Il centro sino-italiano per l'e-gov rientra nell'ambito delle iniziative che l'Agenzia per l'Innovazione ha messo in campo con il governo di Pechino.

14 Novembre 2011