Alemanno: 'Roma diventa capitale della banda larga'

INNOVAZIONE

Il Comune ha predisposto un piano di cablaggio in fibra basato sulle mini-trincee. In campo Fastweb e Telecom Italia.

di Federica Meta
Roma diventa digitale. Il Comune di Roma ha predisposto un piano di innovazione e modernizzazione che si pone come obiettivi il raggiungimento di una maggiore efficienza della PA nonchè di trasparenza. I dettagli del programma li ha resi noti oggi il sindaco Gianni Alemanno, in occasione delle firma del protocollo di intesa sulla digitalizzazione dei servizi pubblici, siglato con il ministro della PA e Innovazione, Renato Brunetta.
Nello specifico “Roma digitale” identifica alcuni campi di azione, considerati prioritari, dove sperimentare le nuove tecnologie digitali.
“Nelle oltre mille sedi scolastiche romane si predisporrà un unico collegamento a larga banda per assicurare l’adozione di tecnologie didattiche innovative e per migliorare le comunicazioni scuola-famiglia via Web – spiega Alemanno -. Per quanto riguarda invece i servizi anagrafici che sono certo quelli più caratterizzanti un’amministrazione comunale, il piano prevede la migrazione dell’anagrafe romana al Sistema Pubblico di connettività e la fruizione online dei servizi anche catastali”. Altro settore che verrà coinvolto sarà la Giustizia. Verrà, infatti, consentito il rilascio telematico di certificati giudiziari persso gli sportelli comunali. Allo stesso tempo il Comune accelererà l’adozione del workflow documentale per la dematerializzazione.

Ma per portare a termine tutti questi nuovi progetti serve un’infrastruttura di rete veloce ed affidabile. A fare la parte del leone in Roma digitale è, dunque, la banda larga. “La giunta approverà oggi una delibera per delibera  sul il cablaggio in fibra, attraverso l’adozione di un modello avanzato di regolamentazione per gli scavi che privilegia tecniche a basso impatto ambientale (mini-trincee) - ha annunciato il sindaco Alemanno -. A partecipare al progetto saranno due aziende del calibro di Telecom Italia e Fastweb”.

Il piano Roma digitale integra il protocollo di intesa siglato con Brunetta per la digitalizzazione dei servizi amministrativi. L’intesa prevede che il Comune di Roma sviluppi 17 obiettivi dei 27 complessivi contenuti in E-gov 2012. Tra questi spiccano l’informatizzazione dei servizi scolastici e del comparto Giustizia, la dematerializzazione, la digitalizzazione dei servizi anagrafici e l’implementazione delle reti a banda larga. .“Accanto a questi obiettivi prioritari il Comune aderirà anche al progetto emoticon per la rilevazione della soddisfazione del cittadino - ha precisato il ministro della PA - nonché al progetto Reti Amiche per l’erogazione di servizi comunali importanti, quali anagrafe e catasto”.

01 Luglio 2009