Semplificazioni, Patroni Griffi: "La partita non è chiusa"

L'APPROVAZIONE ALLA CAMERA

La Camera approva definitivamente il decreto. Il ministro della PA: "Ora l'accordo con Regioni ed enti locali e poi un disegno di legge". Riflettori puntati sulla cabina di regia per l'Agenda digitale

di F.Me.

La partita Semplificazioni non è terminata. Lo sottolinea il ministro per la PA, Filippo Patroni Griffi, dopo l’approvazione alla Camera - con 394 voti favorevoli, 49 contrari e 21 astenuti - dell’iter di conversione del decreto legge “Semplifica Italia”. "Esprimo soddisfazione per l’approvazione in via definitiva del decreto legge Semplifica Italia – dice Patroni Griffi - La partita per quel che ci riguarda non è terminata. Anzi, adesso si aprono due ulteriori sfide. La prima è l’attuazione. E’ in dirittura d’arrivo l’accordo con le Regioni e gli Enti locali per dare seguito alla legge appena approvata. L’altra sfida è il disegno di legge che presenteremo al più presto".

"Il nuovo testo recepirà le istanze che sono state avanzate nel corso del dibattito parlamentare e che, per mancanza di tempo, non è stato possibile esaminare approfonditamente – sottolinea il ministro - In conclusione, le Semplificazioni sono un processo in moto: si tratta di tanti piccoli cambiamenti per cittadini e imprese che miglioreranno la vita degli italiani".

Ecco bel dettaglio i provvedimenti digitali del provvedimento:

PAGAMENTO MULTE, MENSA SCUOLA O TICKET ONLINE. Introdotto l'obbligo per le amministrazioni di pubblicare sul proprio sito i codici Iban per consentire i pagamenti on line di multe, rette della mensa scolastica, ticket sanitari. La norma scatta entro tre mesi dall'entrata in vigore del decreto.

PAGAMENTO IMPOSTA DI BOLLO ONLINE. Il pagamento delle imposte di bollo sarà fatto per via telematica anche con carte di credito, debito e prepagate. Potranno così essere effettuati online tutti quei pagamenti che prevedono la marca da bollo e che fino ad ora non potevano essere effettuati per via telematica necessitando di supporto cartaceo.

VERSO CARTELLA CLINICA ELETTRONICA. Nei piani di sanità nazionali e regionali "si privilegia" la gestione elettronica delle pratiche cliniche, "attraverso l'utilizzo della cartella clinica elettronica, così come i sistemi di prenotazione elettronica per l'accesso alle strutture da parte dei cittadini".

DA 2014 SOLO ONLINE COMUNICAZIONI PA.  A partire dal primo gennaio 2014 nella pubblica amministrazione saranno utilizzati "esclusivamente" i "canali e i servizi telematici" compresa la "posta elettronica certificata".

IMPRESE.  Meno oneri per partecipare alle gare d’appalto, con la Banca dati unica le amministrazioni potranno consultare un fascicolo elettronico della documentazione d’impresa  ed effettuare i controlli sul possesso dei requisiti senza richiedere la documentazione alle imprese. Il risparmio stimato per le pmi è di circa 140 milioni all’anno.

POTENZIATI COMPITI CABINA REGIA AGENDA DIGITALE. Tra questi: la realizzazione delle infrastrutture tecnologiche per servizi digitali in settori chiave quali la mobilità, il risparmio energetico, il sistema educativo, la sicurezza, la sanità, i servizi sociali e la cultura; il potenziamento delle applicazioni di amministrazione digitale (e-government) per il miglioramento dei servizi ai cittadini e alle imprese; la promozione della diffusione di architetture di cloud computing per le attività e i servizi delle Pubbliche amministrazioni e l'infrastrutturazione per favorire l'accesso alla rete internet in grandi spazi pubblici collettivi quali scuole, università, spazi urbani e locali pubblici in genere.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 04 Aprile 2012

TAG: semplificazioni, filippo patroni griffi

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store