Insiel verso un cambio di struttura della società

FRIULI VENEZIA GIULIA

L'assessore regionale Garlatti annuncia: "Stiamo preparando il piano industriale 2012-2014". In attivo per 1 milione il bilancio

di E.L.

"Inutile ormai parlare di un Piano industriale 2011-2013, noi stiamo preparando quello 2012-2014. Ci sarà un cambio nella struttura della società". Lo ha detto, nella specifica commissione del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, l'assessore Andrea Garlatti, titolato a rappresentare la Regione quale proprietaria al 100% della società Ict in house Insiel, volta a offrire sistemi informativi integrati alla Pubblica amministrazione e al Sistema sanitario del Friuli Venezia Giulia. "Il bilancio è in attivo per circa un milione di euro - ha proseguito - Abbiamo siglato con le organizzazioni sindacali un contratto integrativo di secondo livello che mancava da 28 anni e abbiamo firmato anche quello di mobilità, che porterà risparmi e forze lavoro giovani. Facciamo formazione interna per i nostri dipendenti (3.400 ore/persona nel 2011) ed esterna (oltre 7.000 ore/persona sempre nel 2011) per chi utilizza i nostri software".

Garlatti ha, quindi, fatto presente le tappe salienti di quella che si delinea come una rivoluzione per Insiel, basata sulla legge regionale n. 9 di luglio 2011 "Disciplina del sistema informativo integrato regionale del Friuli Venezia Giulia", e le cui linee guida (sebbene non siano un vero e proprio Piano industriale) sono state approvate il 30 agosto dello stesso anno dal Consiglio di Amministrazione fresco di nomina (6 luglio). Quanto al Piano industriale, ha già ottenuto il consenso preliminare della Giunta regionale e del Consiglio delle Autonomie locali; a detta dell'assessore dovrebbe ottenere il sì definitivo entro maggio.
 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 11 Aprile 2012

TAG: insiel, friuli, andrea garlatti

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store