Il Lazio, per il Consiglio regionale una biblioteca digitale

INNOVAZIONE

La piattaforma sostituisce il portale giuridico e consente di accedere alle banche dati e alle riviste online. Abbruzzese: "Risparmi per 30mila euro l'anno"

di F.Me.

Nasce la biblioteca digitale del Consiglio regionale del Lazio "a costo zero". La piattaforma sostituisce e amplia il vecchio portale giuridico internalizzandone la gestione. A presentare la novità il presidente del Consiglio regionale del Lazio Mario Abbruzzese nel corso del Forum PA 2012. "Con questo nuovo progetto - ha spiegato Abbruzzese - otteniamo tre risultati importanti. In primo luogo implementiamo l'offerta di strumenti informativi, materiale bibliografico e documentazione utili all'esercizio del mandato dei consiglieri regionali ed allo svolgimento dei compiti delle diverse strutture del Consiglio. In secondo luogo, avviamo il progetto di trasformare una struttura nata per l'attività del Consiglio regionale, in una istituzione culturale aperta. Da ultimo, ma non per importanza, grazie all'internalizzazione del servizio risparmieremo circa 30 mila euro l'anno".

La Biblioteca digitale raggruppa i link di accesso controllato alle banche dati e alle riviste giuridiche online, alle quali la biblioteca è abbonata da anni e che da sempre costituiscono un valido e utile strumento di supporto nelle ricerche giuridiche. Questo servizio è a disposizione degli utenti interni. Per gli utenti esterni è necessario recarsi nella sede della biblioteca, in via della Pisana n. 1301. Inoltre, con accesso online aperto a tutti gli utenti, sia interni che esterni, è possibile consultare nuove pagine contenenti una selezione accurata e costantemente aggiornata di siti web ad accesso libero che offrono dottrina giuridica e documenti di rilevante interesse istituzionale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 17 Maggio 2012

TAG: lazio, biblioteca online, mario abbruzzese

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store