Cyber-sicurezza, disco verde in Senato

INTERNET

Via libera in aula a una serie di misure che impegnano il Governo a pianificare sistemi di difesa della Rete e ad aumentare la disponibilità di nuovi indirizzi IpV6

di P.A.

Il Senato ha approvato le mozioni sulla sicurezza da minaccia cibernetica, che impegnano il governo a pianificare forme di difesa al sistema informatico. Tutti i gruppi hanno evidenziato i pericoli a cui il sistema Internet è esposto sotto forma di attacchi che possono avere origine criminale, terroristica o per attività di spionaggio.

Da qui l'esigenza di una struttura centrale di coordinamento e controllo dell'organizzazione di protezione nazionale con il compito di predisporre una pianificazione unitaria.
Si è parlato anche dell' importanza di poter identificare univocamente l'autore di condotte illecite nell'ambito delle comunicazioni assegnando il cosiddetto indirizzo di Protocollo Internet all'utente o all'abbonato al servizio di fornitura del collegamento alla rete.

I sottosegretari Antonio Malaschini e Claudio De Vincenti hanno ottenuto delle modifiche ai testi in modo da considerare le risultanze del gruppo di studio insediato dal precedente Governo che ha proposto l'istituzione presso la Presidenza del Consiglio di un Comitato interministeriale con funzioni di indirizzo e di coordinamento in tema di sicurezza dello spazio cibernetico e per l'adozione di una strategia nazionale.

Il Governo condivide la necessità di introdurre un nuovo sistema per aumentare la disponibilità di nuovi indirizzi IP univoci, con il passaggio all'IpV6 o con l'introduzione di dispositivi tecnici che consentano altrimenti l'identificazione dell'utente.

Si tratta di una procedura complessa, di scala internazionale e condizionata dalle scelte degli utenti, che al momento non ha bisogno di finanziamenti pubblici.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 23 Maggio 2012

TAG: senato, ciber-sicurezza, mozioni, ipv6

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store