Corrado Passera: “Puntiamo sulla moneta elettronica”

ITALIA DIGITALE

Alla Camera il ministro dello Sviluppo conferma la necessità di incentivare i pagamenti elettronici, ma in modo “saggio in termini di costi e tempistica”

di L.M.

“Spingeremo sempre di più per la diffusione della moneta elettronica”. Lo ha ribadito oggi il ministro per lo Sviluppo economico, Corrado Passera, durante l’audizione in Commissione Finanze alla Camera, spiegando che la misura sarà contenuta nell'Agenda Digitale anche se non sono stati ancora decisi “i limiti e i tempi”.

Rispondendo a una domanda sull'ipotesi che nel prossimo decreto legge per lo sviluppo sia previsto l'obbligo per i negozianti di offrire il pagamento con bancomat per spese oltre i 50 euro, Passera ha confermato l’intenzione del governo di premere per la moneta elettronica perché è in grado di “contrastare illegalità ed evasione”. Ha però tenuto a precisare che la sua diffusione “dev'essere tollerabile in termini di costi e gestita in maniera saggia in termini di tempistica”.

“Non sarebbe coerente – ha aggiunto il responsabile del dicastero - dire che vogliamo informatizzare tutti gli uffici della pubblica amministrazione e poi non dire che, con il tempo, tutti gli esercizi non debbano avere un Pos a disposizione dei consumatori”.

Pochi giorni fa, intervenendo alla Festa Democratica di Reggio Emilia, Corrado Passera aveva confermato l'intenzione del governo di accelerare sui progetti di digitalizzazione e aveva indicato, tra le misure urgenti, anche gli interventi in grado di favorire la nascita di start up innovative.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 06 Settembre 2012

TAG: Corrado Passera, Sviluppo economico, moneta elettronica, Pos

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store