Un cuore romano per il Voip che farà parlare tutta la PA

INNOVAZIONE

Avviate le attività del Centro di Competenza sul Voip e sulla comunicazione integrata nato dall'accordo tra ministero della PA e Microsoft

Taglio del nastro a Palazzo Vidoni, con il ministro per la PA e l’Innovazione Renato Brunetta, l’Ad di Microsoft Italia Pietro Scott Jovane ed il Rettore dell’Università degli Studi Roma Tre Guido Fabiani del Centro di Competenza sulla tecnologia Voip e sulla comunicazione integrata, sviluppato presso il Dipartimento di informatica e Automazione della Facoltà di Ingegneria.

L’adozione della tecnologia Voip rappresenta uno dei punti strategici del Piano egov-2012 del ministero della PA e l’Innovazione e si pone l’obiettivo di ridurre i costi delle comunicazioni interne all’amministrazione e con l’esterno. Grazie a tale soluzione si possono ridurre fino al 60% i costi di telefonia fissa, consolidando i diversi sistemi di comunicazione, compresi fax e caselle vocali.

Il ministero degli Affari esteri ha già adottato con successo il Voip, per il collegamento con le ambasciate e i consolati, rendendo più efficiente ed immediata la comunicazione, con particolare riferimento alle relazioni tra i dipendenti del Ministero e quelli delle sedi estere, anche attraverso il servizio di video conferenza e condivisione delle applicazioni, nel rispetto dei più severi standard di sicurezza e affidabilità richiesti dal ministero degli Esteri.

Il centro svolgerà, insieme all’Università, attività di formazione sul territorio e per le pubbliche amministrazioni a livello nazionale, nonché attività di consulenza per organizzazioni ed imprese sui temi della comunicazione avanzata.

Presso il Dipartimento di Informatica e Automazione, viene attivata la collaborazione per la crescita delle competenze professionali di due ricercatori dell’Università degli Studi Roma Tre, un coordinatore scientifico e un professore supervisore; studenti e borsisti dell’Università o professionisti dei partner che aderiranno al progetto; professionisti Microsoft che contribuiranno alla gestione tecnico-scientifica del centro e lavoreranno sui progetti insieme con i ricercatori e gli studenti dell’università.

Microsoft mette a disposizione di questa iniziativa le tecnologie più avanzate e risorse per la formazione e l'aggiornamento dei ricercatori, oltre a partecipare alla individuazione e selezione di progetti e filoni di ricerca applicata. Specifiche figure professionali di Microsoft (operation manager, specialisti di sviluppo software, tecnici di laboratorio software, manager di progetto e coordinamento generale) saranno inoltre dedicati in toto o in parte al Centro di Roma Tre. 

Il Dipartimento di Informatica e Automazione (DIA) dell'Università Roma Tre offre opportunità di sviluppo scientifico del Centro, in risposta all’esigenza di diffusione e promozione delle tecnologie avanzate di comunicazione. Microsoft Italia svilupperà dimostrazioni delle soluzioni agli enti della pubblica amministrazione e a società private che ne faranno richiesta.

Inserito nella rete dei “Microsoft Innovation Center” (MIC), il Centro di Competenza di Roma Tre utilizzerà la positiva esperienza della partnership pubblico-privato sviluppata in particolare presso il MIC di Torino e collaborerà con gli altri centri di competenza che il ministero della PA sta sviluppando nel nostro Paese.

Il Centro di Competenza completa gli impegni assunti con la firma del protocollo d’intesa tra il ministero della PA e l’Innovazione e Microsoft Italia, ed è stato realizzato grazie alla disponibilità dell’Università di Roma Tre, agli investimenti ed alle tecnologie messe a disposizione da Microsoft Italia senza oneri per il Ministero e in virtù della collaborazione con numerose altre società italiane:  Nortel, Telecom Italia, HP, Filippetti, Gecom, Nextiraone, IFM Infomaster, Plantronics, Tandberg,  Lanservice, Seltatel, Selex, Olidata.

16 Settembre 2009