Comune di Mantova, con l'Ict risparmi per 315 milioni

PA DIGITALE

L'ente spinge sull'adozione di soluzioni innovative per la comunicazione e la collaborazione. In campo Microsoft e Telecom Italia. Il sindaco Nicola Sodano: "Tagliamo le spese migliorando i servizi"

di F.Me.

315 mila euro di risparmio all’anno grazie all'uso delle Tlc "innovative". E' quanto il Comune di Mantova potrebbe risparmiere portando a tremine il suo progetto di digitalizzazione. Secondo uno studio realizzato da NetConsulting i risparmi saranno generati soprattutto dalla riduzione della spesa per trasmissioni che incide per il 65% (pari a circa 200 mila euro all’anno) sui risparmi complessivi (il 57% per l’eliminazione dei canoni di accesso e dei costi di gestione delle linee dismesse, il 3% per i risparmi sulle chiamate interne, il 5% per i risparmi sui costi di noleggio e manutenzione delle centrali telefoniche).

Esiste inoltre una componente di risparmio sui costi di spostamento che incide complessivamente per il 35%: il 31% circa per recupero di ore lavoro e il 4% derivante dal risparmio sul costo di utilizzo dell’auto per gli spostamenti. Nel dettaglio, infatti, l’introduzione della tecnologia VoIP per le comunicazioni interne all’ente produrrà risparmi di circa 9.600 euro annui sui costi di traffico telefonico e ulteriori economie saranno conseguibili grazie all’organizzazione di riunioni virtuali, riducendo così i costi degli spostamenti di circa 11.880 euro annui. Non solo, dal momento che l’ente impiega in un anno circa 5.500 “ore uomo” per i trasferimenti delle persone che partecipano a incontri, l’introduzione di riunioni virtuali potrà produrre un aumento di produttività e un ulteriore risparmio di circa 99.000 euro all’anno.

Il Comune di Mantova ha già iniziato questo percorso di innovazione, scegliendo la solizione Microsoft Lync che integra tutti gli strumenti di comunicazione in un’unica soluzione. In pochi mesi l'ente ha migrato la posta elettronica su Microsoft Exchange ed è stato implementato Microsoft Lync in alcuni settori pilota, grazie alla partnership con Telecom Italia che provvederà ad integrare la componente applicativa con l’infrastruttura tecnologica esistente. Il percorso d’innovazione del Comune di Mantova proseguirà coinvolgendo ora tutte le sedi del Comune.

A conclusione della prima fase di sperimentazione, il Comune di Mantova ha già ottenuto vantaggi significativi, ovvero maggiore efficienza nella gestione e condivisione delle informazioni e possibilità di valorizzare le competenze interne attraverso una più efficiente gestione delle attività di routine. E naturalmente la maggiore produttività e la migliore collaborazione tra i dipendenti dell’ente si stanno riflettendo in un più efficace servizio al cittadino e, con i risparmi generati dal progetto, il Comune libererà delle risorse che potranno essere destinate a interventi a favore del miglioramento dei servizi pubblici. Il Comune sta inoltre considerando la possibilità di estendere l’utilizzo del nuovo sistema di comunicazione alle comunicazioni verso l’esterno con la creazione di un Urp multicanale e attivando servizi di eLearning per studenti e docenti.

"Vogliamo coniugare -  spiega il  sindaco di Mantova Nicola Sodano - il risparmio della Pubblica amministrazione nel settore della comunicazione con l'utilizzo delle nuove tecnologie migliorando la qualità del servizio. Il Comune di Mantova ha acceso i motori per dare il via a questa sfida e dalla fine della prossima settimana partiremo con i nuovi servizi integrati".

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 05 Dicembre 2012

TAG: comune di mantona, telecom italia, microsoft, netconsulting, nicola sodano, microsoft sync, microsoft exchange

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store