Landolfo (Api Torino): "Esseziale rilancio Ict"

L'APPELLO

Il neo presidente Pmi e Informatica dell'associazione: "Serve un piano ufficiale sui pagamenti di Csi e Regione Piemonte alle aziende fornitrici"

tecnologia, innovazione, laboratorio, ricerca

Massima attenzione a tutte le possibilità di rilancio del comparto dell'Ict e, soprattutto, un forte impegno per la risoluzione dei problemi legati ai ritardi di pagamento e alla situazione del Csi in particolare. E' la sintesi del programma di lavoro di Paolo Landolfo, nuovo presidente delle pmi dell'Informatica di Api Torino, l'associazione delle Pmi di Torino e provincia, eletto da qualche giorno dall'assemblea dei soci.

In particolare sul Csi, sottolineando che "negli ultimi mesi abbiamo rilevato un continuo aumento della diffidenza del sistema bancario verso la situazione economico-finanziaria del consorzio dovuta essenzialmente alla mancanza di informazioni chiare e ufficiali in merito a quando e come Csi e Regione Piemonte salderanno i loro debiti alle aziende fornitrici", Landolfo sollecita Regione e Consorzio stesso a mettere a punto "un piano ufficiale e chiaro di rientro del debito, con importi e date".
 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 11 Febbraio 2013

TAG: paolo landolfo, api torino, csi, regione, piemonte

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store