La Campania risparmia 2 mln di euro con il Burc digitale

INNOVAZIONE

Tra i nuovi servizi del portale la ricerca avanzata degli atti per parole chiave, oltre che la consultazione e la stampa on demand degli atti presso le sedi degli Urp regionali

di Federica Meta
Addio vecchio bollettino cartaceo. È in distribuzione in questi giorni l'ultimo numero del Burc, la “gazzetta ufficiale” della Regione Campania.

Le leggi, le delibere e i provvedimenti della Regione saranno pubblicati, d'ora in avanti, sul nuovo bollettino digitale, disponibile online all'indirizzo http://burc.regione.campania.it. Vengono così eliminati i costi di stampa e distribuzione del Burc, per un risparmio annuo di circa 2 milioni di euro. Tra i nuovi servizi, è prevista la ricerca avanzata degli atti per parole chiave, oltre che la consultazione e la stampa on demand degli atti presso le sedi degli Urp (uffici relazioni con il pubblico) regionali.

La nuova piattaforma digitale, consultabile gratuitamente, è già visitata da una media di 60mila navigatori giornalieri, con picchi di 100mila utenti.

La pubblicazione online degli atti, per effetto dell'art. 27 della legge 1/2009, ha valore legale, e consente dunque di accelerare in modo significativo l'esecutività dei provvedimenti regionali.
"Siamo tra le prime regioni italiane ad aver dato valore giuridico al Burc digitale – spiega il presidente Antonio Bassolino -. In questo modo risparmieremo 2 milioni di euro all'anno per la stampa e la distribuzione e raggiungeremo una platea sempre più ampia di utenti. Si tratta di una innovazione importante che accelera notevolmente l'esecutività degli atti, facilitando il lavoro di tante imprese e di tanti cittadini”.

Sul portale sono consultabili anche i dati sulle consulenze, i curricula, le funzioni e le retribuzioni dei dirigenti, le informazioni sulle presenze e le assenze del personale.

Il Burc digitale è un progetto sviluppato dal Settore Stampa della Presidenza della Regione Campania e dall'assessorato regionale all'Innovazione. L'utilizzo di software libero e la progettazione interna hanno consentito di contenere fortemente i costi di realizzazione.

04 Dicembre 2009