La PA abruzzese rinasce con l'Ict. Intesa Brunetta-Regione su dematerializzazione

INNOVAZIONE

Il protocollo firmato dal ministro per la PA e Innovazione e il presidente Giovanni Chiodi punta ad innovare i processi produttivi dell'amministrazione. In campo anche Formez e Cnipa

di Federica Meta
L’Ict come asse della “rinascita” abruzzese. Dopo l’avvio di una Linea Amica ad hoc per gestire l’emergenza amministrativa post-terremoto, il ministro per la PA e Innovazione, Renato Brunetta, lancia una nuova iniziativa. Il ministro ha firmato oggi a Palazzo Vidoni con il presidente della Regione Abruzzo, Giovanni Chiodi, un protocollo d’intesa per favorire l’attuazione della Riforma Brunetta in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni.

L’intesa avvia la collaborazione tra il ministero e la Regione Abruzzo “per lo sviluppo di iniziative finalizzate alla riorganizzazione delle strutture amministrative, l’aggiornamento del sistema delle competenze interne per sostenere in maniera ottimale lo sforzo per la ricostruzione post sisma, lo sviluppo dei processi di e-government e la dematerializzazione dei documenti amministrativi – si legge nella nota diffusa da Palazzo Vidoni -. Inoltre sarà introdotto il sistema di valutazione delle attività e delle prestazioni dirigenziali mirati a migliorare le proprie performance organizzative”. Obiettivo ultimo è la promozione dell’innovazione dei processi produttivi delle amministrazioni così da consentire, oltre a notevoli risparmi economici, una migliore qualità dei servizi erogati ai cittadini.

Per l’attuazione del protocollo, che ha la durata di tre anni, e per le attività di verifica dell’iniziativa sarà costituito un Comitato di indirizzo, composto da sei membri, che si avvarrà della collaborazione di  Formez PA, Formez Italia e DigitPA (ex Cnipa). Il presidente del Comitato provvederà, infine, all’organizzazione dei lavori ed alle comunicazioni esterne.

24 Febbraio 2010